TRASPORTATORI A NASTRO IN ACCIAIO AD ELEVATE PRESTAZIONI DAL 1929

Evercast

LA SFIDA

Dopo gli ottimi risultati conseguiti nella fonderia di Tisamatic, il Gruppo GIS ha riconfermato la fiducia nella tecnologia Magaldi per il nuovo impianto di Evercast.
Il progetto risultava molto impegnativo a causa del layout dell’impianto che richiedeva il raffreddamento delle fusioni in uno spazio estremamente ridotto.
In risposta a tale esigenza, la Magaldi ha studiato e sviluppato una versione avanzata dell'MCC® (Magaldi Casting Cooler), in grado di garantire le stesse performance e gli stessi vantaggi ma in uno spazio minore.
Nasceva il Magaldi SuperMCC®.

 

IL CLIENTE

Nel 2015, con un investimento congiunto di 120 milioni di dollari, Grupo Industrial Saltillo (GIS) e ZF-TRW hanno inaugurato il nuovo stabilimento di Evercast a Irapuato, nello Stato del Guanajuato (Messico).
La fonderia produce componenti (pinze, staffe e adattatori per sistemi di frenata) in ghisa nodulare per il settore automotive.
Costruita poco distante dalla “sorella” Cifunsa Irapuato, l'impianto di Evercast ha una capacità produttiva di 50.000 t/a da una linea di formatura verticale Disa.

 

LA SOLUZIONE

Il SuperMCC® installato nella fonderia di Evercast è caricato da un piccolo alimentatore vibrante posto a valle del tamburo Didion. L’alimentatore vibrante permette la corretta distribuzione delle fusioni sul SuperMCC® per rispettare il tempo di residenza identificato per ogni gruppo di fusioni.
Il trasportatore è dotato di un tunnel di raffreddamento di 20 metri, tenuto in pressione negativa dal sistema di ventilazione.
Rispetto all’MCC®, la performance di raffreddamento è incrementata grazie ad un concetto innovativo che prevede il passaggio di un ulteriore flusso di aria che fluisce dal basso attraverso asole opportunamente dimensionate e realizzate sulle piastre in acciaio del trasportatore. Grazie alla pressione negativa nel tunnel, l’aria ambiente è richiamata all’interno del tunnel attraverso le asole e, quindi, attraverso le fusioni con un flusso cosiddetto in “cross flow” (scambio termico tra aria e getti).
Una catena di recupero Magaldi Spill-Chain è installata sotto il trasportatore principale per recuperare i residui di terra che possono rimanere attaccati alle piastre d’acciaio ed essere riportati sul nastro.
Inoltre, una spazzola rotante è installata nella parte inferiore della testata di trazione del trasportatore per pulire il nastro ed evitare che le asole sulle piastre si otturino.
Il SuperMCC® è equipaggiato con il MISS® (Sistema Integrato di Supervisione Magaldi) per ottimizzare il processo di raffreddamento e minimizzare il consumo di energia. A seconda della temperatura d’ingresso rilevata, il MISS® regola automaticamente la velocità del nastro Superbelt® e la portata dell'aria di raffreddamento. Il risultato è che le fusioni arrivano dal tamburo Didion a circa 570 °C ed escono dal tunnel di raffreddamento a circa 60 °C.
Rispetto alle tecnologie di raffreddamento convenzionali, il SuperMCC® ha fornito i seguenti benefici:

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI