TRASPORTATORI A NASTRO IN ACCIAIO AD ELEVATE PRESTAZIONI DAL 1929

STX Heavy Industries

LA SFIDA

Situata nel Complesso Industriale Nazionale di Bukpyeong, l’omonima centrale termoelettrica (2 unità ultra super-critiche da 595 MWe) è il frutto del primo investimento realizzato da privati nel comparto elettrico in Corea del Sud.
La STX Electric Power (STX EP), proprietaria dell'impianto, si è divisa con la Korea East-West Power (EWP) le responsabilità del progetto: alla STX EP è spettata la costruzione e l'esercizio della centrale mentre all’EWP la gestione e manutenzione. Obiettivo comune è stato rendere l’impianto il più “environmental friendly” della Corea del Sud. Per tale motivo, lo staff tecnico della centrale ha esaminato con estremo interesse le tecnologie Magaldi per l’estrazione a secco delle ceneri pesanti e la loro successiva trasformazione in ceneri leggere, più facilmente vendibili.
Dopo oltre due anni di negoziazioni, nel giugno 2013 la BHI ha assegnato alla Magaldi il contratto per la progettazione e la fornitura di due sistemi MAC® (Magaldi Ash Cooler) e MAR® (Magaldi Ash Recycling) destinati alla centrale elettrica di Bukpyeong. In questo impianto, le ceneri pesanti non saranno più considerate un rifiuto della combustione del carbone ma un’utile materia prima secondaria.

 

IL CLIENTE

La coreana BHI è una società che opera a livello mondiale per la fornitura di tecnologie ecosostenibili e ad alta efficienza per la drastica riduzione delle emissioni di carbonio e per la massimizzazione dell'efficienza energetica.
In particolare, la BHI fornisce servizi per l'ingegneria, la produzione, la costruzione ed il montaggio di impianti industriali utilizzati in centrali elettriche, acciaierie, raffinerie di petrolio e gas, etc.

 

LA SOLUZIONE

I sistemi MAC® e MAR® estraggono, raffreddano a secco, macinano e trasportano le ceneri pesanti fino ad un silo di stoccaggio dove sono scaricate su camion o vengono riportate nella camera di combustione della caldaia attraverso i mulini carbone.
I sistemi Magaldi sono collegati alla caldaia tramite un giunto di dilatazione meccanico che assicura un collegamento a tenuta tra la caldaia e la tramoggia. Quest’ultima, con rivestimento refrattario e pertanto termicamente isolata, è dotata di valvole di fondo ad azionamento idraulico. L’estrattore MAC® riceve le ceneri pesanti e le raffredda utilizzando una piccola quantità di aria ambiente che fluisce in controcorrente all’interno del trasportatore grazie alla pressione negativa esistente in caldaia. Il flusso d'aria raffredda le ceneri sul trasportatore e raggiunge la camera di combustione ad una temperatura abbastanza elevata, recuperando una notevole quantità di energia dal calore sensibile delle ceneri, dalla combustione delle particelle incombuste e dal flusso radiante attraverso la gola caldaia.
Dopo essere stata scaricata dall'estrattore MAC®, la dimensione massima dei grani di cenere pesante è ridotta a circa 25 mm dai frantumatori a rulli singoli.
A valle della fase di frantumazione, le ceneri vengono ulteriormente raffreddate nel trasportatore Ecobelt® e quindi scaricate nel silo di stoccaggio. Il silo è dotato di 2 uscite: una per lo scarico a umido delle ceneri pesanti su camion aperti e uno per lo scarico a secco delle ceneri pesanti da trasportare alla camera di combustione della caldaia.
Nel sistema MAR®, le ceneri pesanti sono ridotte a circa 5 mm di granulometria da un mulino a martelli e quindi trasportate pneumaticamente ai serbatoi di stoccaggio, posti in prossimità degli alimentatori di carbone della caldaia. Le ceneri pesanti sono, infine, dosate ed inviate ai mulini carbone dove vengono trasportate dall'aria primaria alla camera di combustione della caldaia e trasformate in ceneri leggere.

 

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI