TRASPORTATORI A NASTRO IN ACCIAIO AD ELEVATE PRESTAZIONI DAL 1929

TECNOLOGIA & INNOVAZIONE

Innovazione ed affidabilità sono le due parole chiave che, fin dalle origini, hanno guidato la Magaldi nello sviluppo di nuove tecnologie.
Ogni anno, il Gruppo investe in ricerca circa il 10% del fatturato annuo totale, un valore tre volte superiore a quello (del 3%) suggerito dall’Unione Europea nella "Strategia di Lisbona del 2000".
Animato dalla consapevolezza di dover coniugare la creatività necessaria per l'innovazione con una forte sensibilità verso le esigenze del mercato, il team di ricercatori della Magaldi ha conseguito la registrazione di oltre 20 brevetti per tecnologie proprietarie e circa 400 richieste di brevetto in tutto il mondo.
Nel portare avanti le attività di ricerca e sviluppo, il Gruppo Magaldi si avvale della preziosa collaborazione di rilevanti enti pubblici di ricerca. In Italia, i principali partner sono l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, l’Università degli Studi di Salerno, il Consiglio Nazionale delle Ricerche (in particolare l’Istituto di Ricerche sulla Combustione, l’Istituto Nazionale di Ottica, ISTEC- Istituto di Scienza e Tecnologia dei materiali ceramici, l’Istituto Motori, Istituto dei Materiali per l'Elettronica ed il Magnetismo).

La Magaldi è anche membro di:

  • Fondazione Cotec, volta a promuovere la competitività delle tecnologie Made in Italy;
  • Fondazione ZAR (Zentrum für nachhaltige Abfall- und Ressourcennutzung) per l'uso sostenibile dei rifiuti e delle risorse, che ha sede all'interno del complesso industriale del termovalorizzatore dell'Oberland zurighese (KEZO);
  • EPPSA, l’Associazione europea dei fornitori di impianti termoelettrici);
  • "Industrial Liaison Program" del Massachusetts Institute of Technology (MIT).