TRASPORTATORI A NASTRO IN ACCIAIO AD ELEVATE PRESTAZIONI DAL 1929

HMEL

LA SFIDA

Dopo le positive esperienze in Cina e Corea del Sud, la tecnologia Magaldi FLUIMAC®, sviluppata per centrali che utilizzano caldaie a letto fluido (CFB – Circulating Fluidazed Bed boiler), prende quota anche nel mercato indiano.
Nel 2015, la ISGEC Heavy Engineering Ltd. seleziona la Magaldi per la fornitura di 2 FLUIMAC® per movimentare le ceneri prodotte da 2 caldaie CFB nella raffineria Guru Gobind Singh (GGSR) a Bathinda, nello stato del Punjab.

 

IL CLIENTE

Il cliente finale, HPLC-Mittal Energy Limited (HMEL), è una Joint Venture tra la Hindustan Petroleum Corporation Limited (HPLC) e la Mittal Energy Investment Pte Ltd., Singapore.
HMEL possiede la moderna raffineria di Guru Gobind Singh (GGSR), da 9 milioni di tonnellate l'anno.
La raffineria è un complesso ad alta efficienza energetica, comprendente una unità petrolchimica che produce polipropilene e una centrale elettrica domestica da 165 MWe (con 2 generatori di vapore CFB alimentati a carbone / pet-coke da 300 TPH).

 

LA SOLUZIONE

Gli estrattori FLUIMAC® ricevono le ceneri da 2 caldaie CFB, raffreddandole e convogliandole in un trasportatore di raccolta a valle.
Il cuore del FLUIMAC® è il nastro metallico Superbelt® che consente di movimentare in maniera sicura e affidabile materiali estremamente caldi e polverosi.
Il mezzo di raffreddamento delle ceneri è esclusivamente aria ambiente che fluisce in controcorrente sulla superficie del materiale trasportato e recupera energia, principalmente sotto forma di calore sensibile (entalpia) delle ceneri.
Le ceneri raccolte dall’estrattore FLUIMAC® vengono scaricate sul trasportatore in acciaio Magaldi Ecobelt® che le trasporta e scarica sul sistema a valle attraverso il Contact Cooler®, uno scambiatore di calore cenere/aria, il cui scopo è quello di ridurre ulteriormente la temperatura delle ceneri grazie all'aria che le attraversa in caduta.
Dopo lo scambio termico con le ceneri, l'aria calda viene restituita alla caldaia, aumentando così la sua efficienza complessiva.
Il sistema include due ventilatori dedicati (1 in funzione + 1 in stand-by) che insufflano l’aria ambiente all’interno del FLUIMAC®. Per proteggere questi ventilatori dall’abrasione causata dalle particelle di cenere sottili, eventualmente ancora presenti nel flusso d'aria, è installato un ciclone di depolverizzazione. Il recupero di calore associato all’utilizzo del FLUIMAC® è di circa 2 MWth.
Il FLUIMAC® consente di superare i limiti delle tradizionali tecnologie utilizzate per caldaie a letto fluido (es. gli screw coolers, i tamburi rotanti ed i raffreddatori a letto fluidizzato), assicurando:

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI